Agathà onlus

i nostri servizi

Vai a Casa ai Celestini

Casa ai Celestini

Comunità minori

Vai a Casa ali e radici

Casa ali e radici

Casa per la semi-autonomia

Appartamenti Educativi

In costruzione

Vai a La Locomotiva n°10

La Locomotiva n°10

Casa per mamme con bambini

#Parlami di noi

l'associazione

Se ogni giorno cade Dentro ogni notte C’è un pozzo Dove la chiarità è rinchiusa Bisogna sedersi sulla riva Del pozzo dell’ombra A pescare luce caduta, Con pazienza. (P. Neruda)

L’associazione “Agathà” è nata dall’incontro della passione educativa di due istituzioni della Chiesa di Bergamo del XX secolo: il Patronato San Vincenzo e le Suore Sacramentine di Bergamo. Affonda le sue radici nelle scelte che la fondatrice dell’ordine delle Suore Sacramentine mise in atto a favore delle ragazze che vivevano in condizioni precarie, in concomitanza con la prima industrializzazione bergamasca. Al tempo stesso, il nome “Agathà” (in greco “realtà buone”) vuole ritradurre lo stile educativo di don Bepo Vavassori, che ripeteva che “non esistono ragazzi cattivi”. A questa sinergia si è unita la Coop. Soc. L’impronta che partecipa attivamente allo sviluppo dei progetti dell’associazione grazie al suo personale educativo e non solo. Insieme si condivide il valore d’un legame profondo con la città: ci si sente parte di una porzione di terra da cui si riceve tanto e a cui si offre una presenza disponibile. Si sostengono e incoraggiano le collaborazioni fra competenze professionali e generosità del volontariato, fra pubblico e privato, fra scuola e lavoro, fra Chiesa e società civile. Dal 2011 sono stati avviati progetti rivolti ad adolescenti femmine e giovani donne in difficoltà: la comunità alloggio minori, la casa per la semiautonomia e gli appartamenti educativi, gli interventi di sensibilizzazione sui temi dell’adolescenza e i rischi ad essa connessi. Si è mantenuta una finestra aperta sul mondo, sostenendo progetti di cura dei legami sociali, partecipando alle reti di quartiere e costruendo legami significativi con i territori. Le nostre case si propongono come luoghi di protezione e realtà educanti. Le ragazze vi trovano accoglienza e cura, esigenza e supporto nel loro percorso di crescita e di costruzione di autonomia.

#Parlami di noi 2

news